Come accade altrove, anche in Alto Adige il mercato della locazione immobiliare può disporre di una fitta rete di professionisti, annunci dedicati nei giornali e sui portali internet: Associazione mediatori Alto Adige, Abitare in Alto Adige, Portale degli Immobili dell’Alto Adige.

Più l’immobile è situato in zona centrale o turistica, più il prezzo sale. Questa è la formula cui si uniforma il prezzo degli immobili in Alto Adige. A causa della scarsità di superficie edificabile a fondovalle, il prezzo degli immobili è inferiore a quello delle maggiori città italiane, ma tendenzialmente più alto rispetto alle regioni del nord Italia paragonabili all’Alto Adige. A seconda dell’orientamento e del comune, inoltre, esistono numerose variazioni in alto o in basso. Prezzi inferiori a 2.000 euro per metro quadro sono riscontrabili soprattutto nei distretti più occidentali della provincia, nella val Venosta e in parte del Burgraviato. Le zone più care sono invece le cittadine turistiche delle Dolomiti, dove il prezzo per metro quadrato degli immobili di pregio può raggiungere e superare i 10.000 euro al metro quadro. I più richiesti sono gli appartamenti a Bolzano. Nel centro città il prezzo per gli immobili oscilla mediamente tra i 3.100 e i 3.700 euro al metro quadro; per le case in affitto, invece, tra i 9 e i 10,8 euro al metro quadro. La valutazione sale nel caso di immobili in ottime condizioni, con i prezzi che vanno rispettivamente dai 3.900 ai 5.300 e dagli 11,4 ai 15,4 euro al metro quadro. Negli altri capoluoghi distrettuali i prezzi di acquisto si muovono mediamente tra i 2.000 e i 3.000 euro; nel caso di affitti i prezzi, a seconda della posizione e della condizione, vanno dai 5 ai 10 euro al metro quadro.

La Provincia autonoma di Bolzano finanzia l’acquisto di immobili a precise condizioni, sia in forma di mutui agevolati che di contributi a fondo perduto. Per mezzo del sussidio abitativo c’è anche la possibilità, in presenza di particolari limiti di reddito, di ricevere un contributo provinciale al canone di affitto. Per le famiglie a basso reddito sussiste anche la possibilità di accedere a un alloggio provinciale a canone agevolato. Tutte queste forma di sostegno sono legate a varie condizioni – tra le quali un periodo di residenza o di lavoro in Alto Adige di almeno cinque anni.