Green

17 settembre 2018Stefano Voltolini

Dal rifugio di sei piani in Valle Aurina all’hotel in Salento: ecco i migliori edifici sostenibili in Italia

Consegnati i CasaClima Award 2018. Il direttore dell’Agenzia Santa: «In un anno certificati 1.450 edifici»

Tradizione e modernità, comfort e innovazione. La tecnologia più avanzata in fatto di costruzioni che si applica alla residenza, ma anche all’ospitalità turistica e al recupero degli immobili. Garantendo la più elevata sostenibilità ambientale. I gioielli dell’edilizia premiati nell’ambito del CasaClima Award 2018 sono un esempio dell’innovazione che dalla provincia di Bolzano ha da tempo contagiato gli altri territori: si va dall’hotel raffinato nell’antico casolare del Salento al rifugio di sei piani, interamente in legno, che domina il paesaggio a tremila metri della valle Aurina. Puglia, Lombardia, Emilia Romagna sono le regioni interessate, oltre naturalmente l’Alto Adige che si conferma il motore pulsante dello sviluppo green. Al Noi Techpark di Bolzano, al termine del primo Innovation day organizzato dall’Agenzia CasaClima, sono stati premiati i migliori progetti certificati nel 2017, in una mole di candidati - i nuovi edifici CasaClima - che non era mai stata così ampia. Oltre ai 5 premi della giuria sono stati assegnati anche il premio del pubblico, un premio speciale e due premi di riconoscenza.

I progetti vincitori

Ecco i destinatari degli Award 2018. Apre la rassegna il nuovo edificio Pertinger a Rio Pusteria. Nato dalla demolizione e ricostruzione di un antico negozio/abitazione nel centro storico, precisa la giuria, «si inserisce perfettamente nell’insieme di case preesistenti, rafforzando il patrimonio ambientale e culturale di questi territori». Porta nel cuore del Salento il progetto Sustainable Holiday di iChiani-Ruperti. Nella campagna di Gagliano del Capo, in provincia di Lecce, si è sviluppata la riqualificazione edilizia CasaClima Gold «che ha saputo trasformare un semplice casolare rurale in una struttura ricettiva di grande qualità abitativa, del tutto indipendente dalle fonti di energia fossile». Il nuovo KlimaHotel Zallinger, sull’alpe di Siusi in provincia di Bolzano, è un albergo composto da sei nuovi chalet, costruiti in legno sull’impianto di un’antica malga. «Un ottimo esempio di struttura alberghiera inserita dolcemente nel Patrimonio naturale dell’umanità». Altro luogo vocato al turismo in Alto Adige per gli Apartments Windegg, appartamenti per vacanze di qualità con vista sul lago di Caldaro. Circondata da prati e meleti Casa K. S., nei dintorni di Bolzano, una CasaClima A che unisce la scelta di materiali locali ad una progettazione energeticamente efficiente. Il premio speciale (per gli edifici sopra i 3.000 metri) è andato al rifugio al Sasso Nero ricostruito in base al disegno di Studio Angelika Bachmann & Helmut Stifter. L’edificio in legno dal design moderno a 3.026 metri di quota, sulle Alpi Aurine al confine con l’Austria, «si sviluppa in verticale, su sei piani, ha come vero lusso il panorama e domina con la sua forza iconica il paesaggio circostante». Spazio anche ai Fidelity Cube con i quali sono stati premiati l’impresa edilizia di Pove del Grappa (Vicenza) Green Design e la cooperativa edilizia Abitcoop di Modena, che da anni costruiscono secondo lo standard CasaClima. Il premio del pubblico, è stato assegnato da una votazione online a Casa Barbareschi a Castelcovati, in provincia di Brescia: si tratta di un edificio CasaClima A, in grado di dimezzare i consumi energetici, realizzato dal progettista per la propria famiglia.

(Ichiani, foto facebook)

Soddisfatto Ulrich Santa, direttore di Agenzia CasaClima: «Il nostro intento è dare visibilità alle buone pratiche in fatto di risparmio energetico. Questo premio è importante, perché è la dimostrazione che la cultura del costruire sostenibile non è più una visione, ma una realtà. Per noi gli edifici premiati sono gli ambasciatori della mission dell’Agenzia. Ma non solo. È stato difficile selezionarli fra un numero di edifici certificati, 1.450 nel 2017, che non è mai stato così ampio. Tutti questi progetti danno il loro contributo alla tutela del clima». Oltre che da Santa gli Award sono stati consegnati dall’assessore Richard Theiner, dal direttore del dipartimento Efficienza energetica di Enea Roberto Moneta, dal presidente dell’Ordine degli architetti dell’Alto Adige Johann Vonmetz, dal direttore di Habitech Francesco Gasperi, dal vicepresidente di Fiera Bolzano Claudio Corrarati, dalla rappresentante della giuria Chiara Tonelli.