Companies

24 ottobre 2018Silvia Pagliuca

Il laboratorio che accelera la vita delle automobili

Accordo fra Eurac Resarch e Röchling Automotive. Nella camera climatica test di 12 mesi sui componenti: temperature a -40° e 95% di umidità

Saranno sottoposte a temperature polari, fino a 40 gradi centigradi sotto lo zero. Subiranno variazioni di umidità fino al 95% e saranno irradiate di luce per diverse ore, per numerosi giorni consecutivi. Obiettivo: valutarne la tenuta e la tendenza alla degradazione. Protagonisti degli innovativi test dell’Accelerated Life Testing Lab, il laboratorio di Eurac Research che simula cicli di vita accelerati, saranno alcuni componenti elettronici e plastici del colosso internazionale Röchling Automotive, realtà che nello stabilimento di Laives conta oltre 900 dipendenti, con un reparto di ricerca e sviluppo all’avanguardia nel settore. «Uno dei punti di forza di Röchling Automotive è il settore di Ricerca & Sviluppo in cui stiamo investendo molto negli ultimi anni, con un aumento dei collaboratori e dei progetti. E  collaborando con Eurac Research potremo puntare sempre di più sull’innovazione», dichiara Mirco Brusco, General Manager Engineering di Röchling Automotive. E Wolfram Sparber, direttore dell’Istituto per le energie rinnovabili di Eurac Research, conferma: «Abbiamo avviato una collaborazione approfondita ed estesa con un partner industriale locale ma di respiro internazionale, quale è Röchling, ideale per le competenze dei nostri ricercatori. Il settore dell’automotive e dell’e-mobility, infatti, ha richieste di affidabilità molto elevate ed è sicuramente un ambito in cui la nostra esperienza può essere messa ulteriormente alla prova».

(foto copyright: fabriziogiraldi)

L’Accelerated Life Testing Lab è la camera climatica con cui Eurac Researc testa le prestazioni di prodotti industriali come moduli fotovoltaici, materiali plastici e componenti elettronici. E questa volta, a essere sottoposti al test, saranno i prodotti di Röchling Automotive, destinati a quasi a tutte le case automobilistiche europee come i sistemi che permettono di ridurre gli inquinanti nei motori diesel. Tali componenti saranno testate per dodici mesi, per un totale di 3000 ore, valutandone l’efficienza a diverse condizioni ambientali. L’Accelerated Life Testing Lab, infatti, integra un sistema di umidificazione, refrigerazione, riscaldamento e deumidificazione per controllare in modo esaustivo le condizioni di temperatura e umidità a cui il campione di prova viene sottoposto. Nella camera, per l’esattezza, possono essere ospitati fino a dieci moduli fotovoltaici di dimensioni standard. I test che vi si possono eseguire rispettano gli standard internazionali IEC 61215 (per i moduli in silicio cristallino) e IEC 61646 (per i moduli a film sottile confluiti nella nuova edizione del 61215) e simulano le condizioni ambientali a cui un impianto fotovoltaico è esposto durante il proprio ciclo di vita, accelerando i tempi del suo naturale degrado. Nel caso delle componenti della Röchling Automotive, gli esperimenti prevedono dei set up complessi in grado di simulare le diverse condizioni di stress a cui tali apparati elettronici possono essere sottoposti. E vista la peculiarità dei test da dover eseguire, è prevista la supervisione di un professionista che si dividerà tra i laboratori di Eurac Research e quelli di Röchling Automotive.