Digitale

27 agosto 2017Stefano Voltolini

Tirocini facili, servizi online e nuovo sito: la pubblica amministrazione accelera sul digitale

Dallo sportello web dedicato ai cittadini alle pratiche «leggere» per le aziende. In Alto Adige lo sviluppo dell'economia passa per la digitalizzazione

Dalla procedura «ProPraktika» per i tirocini nelle imprese – che per il 60% delle domande richiede solo un’ora, rispetto ai tre giorni di prima – al nuovo sportello digitale del cittadino operativo in autunno. Servizi online numerosi e veloci per cittadini e imprese per una pubblica amministrazione sempre più coinvolta in una trasformazione digitale che lega presente e futuro. Le nuove tecnologie annullano le distanze e portano un benessere diffuso sul territorio: è questa la direzione di crescita scelta dall’Alto Adige che sta dando attuazione al piano triennale per la digitalizzazione.

«L’obiettivo finale è un’amministrazione moderna, molto più di oggi, vicina ai cittadini e alle imprese. Il tema è mantenere qualità di vita e posti di lavoro anche nelle zone periferiche, portando lì innovazione e tecnologia» spiega Waltraud Deeg, assessora provinciale all’Information Technology. A dare man forte alla Provincia la società inhouse Informatica Alto Adige-Siag, che ha un data center unico fatto di 871 server, di cui 604 virtuali. Una panoramica dei servizi e degli sviluppi si può avere nell’apposita sezione, recentemente rinnovata, del sito della Provincia di Bolzano.

La digitalizzazione è prima di tutto un obiettivo di lungo periodo dell’ecosistema altoatesino, al quale stanno lavorando anche IDM Südtirol-Alto Adige, l’azienda speciale di Provincia e Camera di commercio di Bolzano per lo sviluppo dell’economia del territorio. «Abbiamo due possibilità: gestire direttamente il processo o lasciarsi travolgere e andare al traino» ricorda Deeg. L’amministrazione provinciale è preparata alla sfida. Nel 2014 è stata fissata la strategia per lo sviluppo digitale (Alto Adige Digitale 2020) con tutti i campi di azione da affrontare.

Tirocini approvati in un’ora

Kurt Pöhl, direttore della Ripartizione provinciale informatica, illustra alcuni esempi concreti del programma. La richiesta di autorizzazione per tirocini in imprese private da aprile scorso è possibile online attraverso il servizio «ProPraktika» e il 60% delle domande «viene approvato nel giro di un’ora, mentre prima ci volevano 3 giorni». I nuovi servzi e-Gov riguardano 30 tipologie di richiesta di contributi, autorizzazioni, notifiche. Nuovo anche lo sportello digitale del cittadino dall’autunno 2017 (utilizzabile con dispositivi mobili e accessibile tramite carta servizi), mentre a fine ottobre l’amministrazione provinciale attiverà lo Spid (Sistema pubblico di identità digitale) su circa 60 servizi tra Provincia e Comuni. Prevista una identità digitale univoca per tutti gli enti pubblici entro febbraio 2018, mentre entro fine 2017 saranno attivati quattro nuovi servizi online nel sociale per la copertura previdenziale dei periodi per assistenza ai figli e familiari non autosufficienti.

In 400 metri quadrati i dati dell’Alto Adige

Nel 2016 con i suoi 146 collaboratori Informatica Alto Adige-Siag ha supportato 35mila utenti interni (Provincia, scuole e via dicendo). La società inhouse della Provincia ha un budget di 11 milioni di euro (inclusi i fondi Fesr) impegnati in gran parte per progetti di amministrazione digitale, servizi al cittadino e sicurezza informatica. I principali ambiti di lavoro sono conto digitale del cittadino, servizi online, gestione dei posti di lavoro, delle reti e sistemi della Provincia, gestione dei sistemi informativi agricolo forestali, amministrazione di 180 pagine web. Il data center custodisce i dati degli enti pubblici in una superficie di 400 metri quadrati attraverso 871 server (di cui 604 virtuali), 64 armadi, 72 apparati di storage, 76 apparati di rete.

Con l’aumento della mole di dati cresce l’attenzione per la sicurezza. «È un aspetto fondamentale – nota Paolo Berlanda, presidente di Siag – che riguarda la qualità del servizio e la garanzia della privacy del cittadino, per tutte le pratiche. Uno dei progetti importanti di Provincia e Siag verte sugli investimenti in futuro per la gestione degli spazi nel data center e delle macchine che garantiscono la tutela dati».

«Centralizzare i servizi It per la pubblica amministrazione – aggiunge il direttore Stefan Gasslitter – è fondamentale, perché solo con l’ottimizzazione siamo in grado offrire nuovi servizi e nel contempo risparmiare a livello di sistema. Quale è il focus di Siag nei prossimi anni? La digitalizzazione, in tutti i suoi aspetti di supporto alla pubblica amministrazione: l’innovazione, le proposte, l’erogazione quotidiana di servizi. Il cittadino deve avere un beneficio per la nostra opera».

La nuova pagina web, entry point per il cittadino

Disponibile, come detto, la nuova pagina internet, dove i cittadini possono trovare tutte le informazioni e gli aggiornamenti sul processo di digitalizzazione in corso in Alto Adige. Le tematiche descritte nel dettaglio sono infrastruttura digitale, amministrazione digitale, formazione digitale, economia digitale, governance IT e open data. Il portale conta su un potente motore di ricerca che consente di individuare facilmente tutti i contenuti e su un responsive design che riconosce il dispositivo mobile dell’utente (smartphone, tablet, desktop, lettori di e-book, apparecchi tv) e si adatta alle sue dimensioni.