Scenari

17 gennaio 2018Stefano Voltolini

Innovazione, 75 Paesi per 70 aziende: da tutto il mondo al NOI Techpark

Quattrocento fra imprenditori e professionisti all’evento annuale di Südstern, la rete degli altoatesini all’estero

Il mondo sta tutto in Alto Adige, dentro il NOI Techpark che diventa sempre più centro globale dell’innovazione. È la magia di Südstern, la rete degli altoatesini all’estero. Quattrocento persone, in rappresentanza di 75 Paesi di provenienza: tanti sono stati i partecipanti all’evento annuale 2017 del network, intitolato «Pensiamoci NOI» e andato in scena lo scorso 28 dicembre. Alla presenza di Arno Kompatscher, presidente della Provincia, i soci hanno incontrato anche diversi rappresentanti delle oltre 70 aziende partner di Südstern del tessuto economico locale, per aumentare la connessione tra i territori a favore dello sviluppo. E nel culmine della serata si è svolta la prima Südstern MAX-Talk intitolata al bolzanino Max Valier (1895-1930), pioniere della tecnologia missilistica spaziale.

«Vivono sparsi ai quattro angoli del mondo, fanno ritorno a casa, in Alto Adige, solo di rado, ma una volta l’anno si incontrano in occasione del loro grande evento annuale». Sono i membri di Südstern, la celebre rete di altoatesini all’estero. «Ogni anno – spiegano dall’associazione – il team organizzativo riesce a trovare una location speciale, dove tutto viene preparato con grande impegno». Questa volta l’evento annuale, alla sua 14/esima edizione, si è tenuto presso il NOI Techpark, il parco tecnologico bolzanino inaugurato nello scorso autunno e gestito dall’azienda speciale di Provincia e Camera di commercio di Bolzano per lo sviluppo dell’economia altoatesina.

Conoscersi, creare connessioni e anche, perché no, festeggiare: dopo il benvenuto ufficiale da parte di Hermann Winkler, presidente di Südstern, e una breve introduzione sul NOI Techpark a cura del padrone di casa Hubert Hofer (responsabile del Development di IDM), il presidente della Provincia Arno Kompatscher ha rivolto un saluto ai 400 partecipanti. Anche i rappresentanti delle oltre 70 aziende del territorio hanno colto la palla al balzo per confrontarsi con i soci della rete. «Come sempre – precisano gli organizzatori –, il ruolo del protagonista è andato al networking, motivo per cui l’evento di quest’anno ha incluso anche un interessante “activity game” per incoraggiare la conoscenza reciproca».

All’accompagnamento musicale dal vivo hanno contribuito il cantautore altoatesino Max Zischg di Merano, il concorrente di “The Voice of Germany” Jonas Oberstaller e Dj Spada, autore italiano di tanti brani di successo. Attesa per la prima volta della Südstern MAX-Talk. La tavola rotonda ha permesso ad Alex Pichler, inventore di MAX-Talk, nonché partner di Südstern, di confrontarsi con Elmar Mair (Google X) sui progressi nel campo della robotica, con il docente Christoph Stampfer (RWTH di Aquisgrana) sui possibili ambiti di applicazione di un materiale sorprendente quale il grafene e con Harald Oberrauch (Durst/Alupress) sulle condizioni quadro di un ecosistema funzionante per imprese basate sulla tecnologia.

Focus sull’intelligenza artificiale

Nel pomeriggio ormai inoltrato, come da tradizione, si è tenuto l’incontro annuale dei soci del pianeta di Südstern «Science». Lo spunto di riflessione è stato fornito dall’intervento del professor Diego Calvanese (Libera Università di Bolzano) dedicato all’Artificial Intelligence. Nell’edizione 2017, per la prima volta, ha avuto luogo anche la Südstern Banking & Finance Talk, che ha riunito soci del network di grande caratura provenienti dal mondo bancario e finanziario, con il patrocinio della Cassa di Risparmio di Bolzano, partner bancario di Südstern. Soddisfatto il presidente Winkler: «L’enorme affluenza registrata mostra quanto l’obiettivo di Südstern di creare contatti fra gli altoatesini all’estero in modo rapido e semplice sia più attuale che mai. Il NOI Techpark costituisce la cornice ideale per far attecchire il potenziale innovativo dei soci di Südstern anche in Alto Adige».

Al termine dell’evento annuale tutti i partecipanti hanno ricevuto in omaggio la «Südstern Giftbag» con una selezione di prodotti locali delle aziende partner della rete. «Ecco quindi – è stata la conclusione dei responsabili – come rendere divertente l’innovazione, mentre l’entusiasmo in vista del prossimo incontro si fa già sentire».