Innovazione

17 ottobre 2017Johanna Roellecke

«Zero Gravity», la sostenibile leggerezza del TEDx altoatesino

Incontri e workshop (gratuiti) su Technology, Entertainment e Design. L'11 novembre a Bolzano la seconda edizione a Bolzano dell’evento dedicato all’innovazione

Nove speaker, un tema conduttore e soprattutto tante «idee che valgono la pena di essere condivise» con l’Alto Adige e con tutto il mondo. Sabato 11 novembre 2017 torna a Bolzano per la seconda volta TEDx, l’ormai noto format di conferenze statunitense con milioni di spettatori che coinvolge innovatori visionari provenienti dai più diversi ambiti professionali. Dopo il successo della scorsa edizione si riparte con più biglietti, una location più grande e un’altra novità: prima dell’evento saranno organizzati tre workshop gratuiti dedicati alla tecnologia, all’intrattenimento e al design, le tre macroaree di TED (acronimo di Technology, Entertainment e Design).

«Siamo rimasti sorpresi e contenti del consenso ricevuto per la scorsa edizione — spiega Claudia Di Stefano, giovane organizzatrice di TEDxBolzano –.Nel 2016 i biglietti, che erano solo 100, sono andati esauriti in meno di 24 ore. Per l'edizione di quest'anno siamo riusciti ad aumentare la licenza a 400 biglietti, in modo da poter coinvolgere più persone». E a questo scopo serviva una location adatta: per accogliere un numero di partecipanti fino a quattro volte superiore all’anno precedente, quest’anno l’evento si sposta al Mec (Meeting & Event Center Alto Adige) di Bolzano.

«Zero Gravity»: innovare con leggerezza

 «Zero Gravity»: sarà questo il tema intorno al quale la nuova edizione di TEDxBolzano vuole approfondire e scoprire nuove idee e nuovi spunti di riflessione. «Partendo dal concetto di leggerezza ci muoveremo in uno spazio diverso, raccontando esperienze, avventure e progetti che trovano in essa la giusta chiave di lettura. Andremo a osservare come la leggerezza sia indispensabile per superare ostacoli e per intraprendere strade non ancora battute — spiega Di Stefano —. Allo stesso tempo «leggerezza» si riferisce alla libertà di espressione e delle idee. Questo si riflette anche nel fatto che tutti gli speaker provengono da ambiti e background differenti e quindi declineranno il tema conduttore in modo individuale e molto diverso tra loro».

Così si va da Danilo Callegari, esperto di sport estremi, all’astrofisico bolzanino David Gruber, dall'imprenditrice creativa originaria del Belgio, Kristel Van Den Bergh,  a Nicola Palmarini, responsabile globale per le soluzioni di invecchiamento e accessibilità presso il IBM Research Laboratory di Cambridge (Massachusetts): in tutto saranno 9 i relatori che l’11 novembre racconteranno, in un tempo massimo di 15 minuti, la propria idea di leggerezza. E lo faranno, non a caso, in ben tre lingue diverse: l’italiano, il tedesco e l’inglese. «Vogliamo riunire le menti internazionali e locali per promuovere lo scambio di idee in Alto Adige. E a questo scopo Bolzano offre delle opportunità speciali — continua l’organizzatrice—. Rispetto agli altri eventi TEDx in Italia, abbiamo la possibilità di invitare esperti multilingue provenienti da Germania, Italia, Austria e, naturalmente, Alto Adige, e quindi di ampliare ulteriormente l'orizzonte dello scambio di idee».

I tre workshop gratuiti

«L’obiettivo della nuova edizione di TEDxBolzano — conclude Di Stefano — è quello di realizzare un evento “Zero Gravity” in cui la leggerezza è allo stesso tempo il soggetto, l'oggetto e lo strumento di osservazione grazie al quale sarà possibile di sviluppare dialogo, interazione e partecipazione tra il pubblico e i nostri ospiti». Quest’anno, infatti, TEDxBolzano non solo offrirà la possibilità di ascoltare le idee innovative degli speaker, ma anche quella di partecipare attivamente. A questo scopo si svolgeranno nella giornata dell’11 novembre tre workshop gratuiti — relativi alle tre aree tematiche di TED (Technology, Entertainment, Design) — che saranno organizzati nei locali della ditta Thun a Bolzano come «riscaldamento» per l’evento serale. Nel workshop rientrante nell’ambito di tecnologia, organizzato in collaborazione con IDM Alto Adige e guidato dal «futurista» Bruno Mandolesi della startup Realer, i partecipanti avranno la possibilità di provare «leggerezza» grazie a quattro diverse esperienze di realtà virtuale, dalla «macchina volante» IcarosFlight, sviluppata dalla startup tedesca Icaros, e da una passeggiata virtuale all’interno della galleria di base del Brennero fino all’attraversamento di un crepaccio su una fettuccia di nylon (slacklining). Le startup coinvolte nell’organizzazione dell’incontro hanno tutte sede a Bolzano nell’incubatore di IDM. La partecipazione ai singoli workshop — di un massimo di 50 partecipanti ciascuno — è gratuita. Per la registrazione ai workshop e per l’acquisto dei biglietti per la conferenza: www.tedxbolzano.it.