Imprese

7 dicembre 2017Redazione

Loacker Remedia, quando i farmaci si ispirano alla natura

Dal 1983 produce prodotti per bimbi e mamme. Ora l'ingresso nel gruppo Schwabe Pharma Italia: «Passo necessario per crescere ancora»

Il mondo è in costante evoluzione e sono i cosiddetti megatrend — le grandi trasformazioni in atto che cambiano le società profondamente — come la globalizzazione, la connettività, oppure la salute ad essere il motore di tale cambiamento. «Il concetto di salute non è più semplicemente l’opposto di malattia –  scrive il Zukunftsinstitut di Francoforte, istituto tedesco per la ricerca sui nuovi trend del mercato — ma è diventato una forma di lifestyle, una nuova coscienza salutistica in ricerca di modi di vivere più bilanciati». Parliamo di un trend che ha fatto spiccare il volo ad alcuni settori dell’economia, come ad esempio la produzione e vendita di prodotti fitoterapici, farmaci e integratori alimentari a base di piante. Un settore, quello della medicina naturale, in cui è stata pioniere la Loacker Remedia: ancora oggi l’azienda altoatesina è uno degli operatori più rinomati sul mercato italiano.

Dal 1983 prodotti per neonati, bambini e madri

Fondata da Rainer Loacker nel 1983 a Bolzano, in Italia l’azienda è stata una delle prime nell’ambito dello sviluppo, nella brevettazione, produzione e vendita di medicinali omeopatici e vegetali. Negli ultimi anni la Loacker Remedia si è fatta un nome sul mercato non solo per i suoi prodotti innovativi e interamente sviluppati inhouse — specialmente per la sua gamma di prodotti dedicata a neonati, bambini e madri — ma anche per la sua filosofia aziendale, vissuta da anni con rigorosa coerenza, basata su concetti e valori chiave come l’amore, la natura, l’entusiasmo, l’integrità, spirito di squadra e qualità.

Da Loacker Remedia a Schwabe Pharma Italia

Da metà luglio 2017 Loacker Remedia si chiama Schwabe Pharma Italia e fa parte al 100% di Schwabe, gruppo internazionale tedesco con sede in Baden-Württemberg (land posto nel versante sud-occidentale della Germania) che già dai primi anni ’90 è stato azionista dell’azienda altoatesina. A livello mondiale Schwabe è tra le principali produttrici di farmaci e integratori alimentari a base vegetale. «Gli stessi prodotti, le stesse persone, la stessa filosofia aziendale: a parte il proprietario e il nome non è cambiato assolutamente nulla» afferma Hannes Loacker, figlio del fondatore Rainer Loacker. Nel 2003 ha preso in mano gli affari dell’azienda e ora e Ceo di Schwabe Pharma Italia. «È stato un passo necessario — spiega Loacker — perché oggi anche i big player dell’industria farmaceutica come Novartis, Bayer & co investono sempre di più nello sviluppo di preparati a base vegetale, in forma di integratori alimentari o di cosiddetti dispositivi medici, perché è questo l’unico segmento del mercato che ancora ha il potenziale di crescere».

Integratori alimentari, un mercato in forte crescita 

In Italia il mercato degli integratori alimentari vale 1,8 miliardi di euro e continua a crescere. «Al momento il tasso di crescita annuale è di 8%» continua Loacker. E mentre cinque, sei anni fa l’azienda altoatesina serviva la nicchia di settore insieme a pochi altri, oggi la «medicina naturale» rappresenta un segmento con un valore di mercato notevole.

Loacker è convinto: «Per poter stare al passo con i big del mercato ci è voluta una realtà ben strutturata, di grandi dimensioni e con i necessari mezzi finanziari, come Schwabe». Infatti, il gruppo spende ogni anno 30 milioni di euro per la ricerca e lo sviluppo. Di questi  circa la metà viene investita nella ricerca clinica ovvero in grossi studi scientifici attraverso i quali verranno assicurati l’efficacia, sicurezza e tollerabilità dei medicinali fitoterapici. «Parte centrale del nostro programma di ricerca clinica sono studi controllati e randomizzati in doppio cieco, lo standard di riferimento delle rilevazioni scientifiche — afferma la Schwabe —. I nostri fitoterapici perciò rispondono agli stessi requisiti richiesti per i farmaci chimici sintetici».

Nei primi anni 2000 arriva la fitoterapia

Principi attivi esclusivamente naturali che rispettano il malato

Mentre i grandi player dell’industria farmaceutica hanno scoperto il mercato dei prepararti vegetali solo da alcuni anni, la Loacker Remedia già a partire dai primi anni Duemila ha iniziato a guardarsi intorno per trovare altri mercati oltre a quello dell’omeopatia. E infine ha trovato la fitoterapia. «È vero che la fitoterapia agisce in modo diverso dall’omeopatia. Ciononostante il suo modo d’azione e la sua impostazione terapeutica sono pienamente in linea con i valori della nostra azienda, perché i fitoterapici contengono principi attivi esclusivamente naturali e rispettano l’organismo malato» afferma Hannes Loacker, il ceo di Schwabe Pharma Italia.

Nel 2005 l’azienda di origini altoatesine ha lanciato sul mercato i primi prodotti fitoterapici: due tipi di integratori alimentari e una serie di farmaci — alcuni di questi soggetti a prescrizione medica —a base vegetale. «Per la realizzazione di questa nuova linea di prepararti abbiamo strettamente collaborato con i nostri partner internazionali, tra l’altro con Schwabe Pharma» racconta Loacker. D’ora in poi la sede di Schwabe Pharma Italia a Egna – precedentemente Loacker Remedia – con il suo team di sviluppo composto da 6 farmacisti e biologi, sarà il centro di competenza per il segmento medicina naturale - dispositivi medici del gruppo Schwabe. «Come già detto, in Italia negli ultimi anni la crescita di questo mercato è stato straordinario. E come Loacker Remedia abbiamo già potuto accumulare tante competenze in questo settore» sottolinea Loacker. Schwabe Pharma Italia, infatti, ha la certificazione Tüv per lo sviluppo e la produzione di dispotici medici. «Un marchio che la casa madre invece non ha» sottolinea Loacker. Schwabe Pharma Italia è inoltre in possesso di brevetti su tre prodotti «mama natura®», marchio di preparati per neonati e bambini sul mercato dal 2015 e venduti in tutta l’Europa.

«Colikind® è un integratore alimentare a base vegetale che contiene fermenti lattici vivi e che aiuta ad alleviare i sintomi legati alle coliche infantili; Rimikind® invece è un preparato omeopatico, studiato appositamente per i bambini da un anno in su, per donare sollievo ai sintomi di naso chiuso. Nel caso di Rimikind® non solo il prodotto, ma anche l’erogatore è una creazione speciale studiata appositamente per evitare l’aggiunta di sostanze conservanti» spiega Loacker. Il terzo prodotto brevettato di Schwabe Pharma Italia si chiama Chamodent® ed è un gel che protegge la gengiva irritata dal fastidio provocato dalla nascita dei primi denti. «E altri brevetti per i nostri prodotti mama-natura® sono in arrivo» aggiunge Loacker con orgoglio —. Il marchio mama natura®  — con attualmente 5 prodotti sul mercato — è l’unica linea di preparati naturali in Italia».

Successo nello sviluppo grazie a competenze e al programma in quattro fasi

Loacker Remedia ha iniziato con lo sviluppo della linea di prodotti «mama natura®» nel 2013. «È già nel 2015 è uscito sul mercato» sottolinea il ceo dell’azienda e aggiunge: «Il fatto che siamo riusciti in pochissimo tempo —nonostante tutte le procedure di certificazione e registrazione — di essere pronti per l’immissione sul mercato non è solo dovuto alla competenza del nostri riparto ricerca e sviluppo. È stato possibile anche grazie ad un programma in quattro fasi con il quale documentiamo ogni singolo passo, dalla prima idea, agli studi di fattibilità fino al prodotto finale».

Colture in quattro continenti per sviluppare i prodotti

E quali sono gli aspetti che per Schwabe Pharma Italia sono particolarmente importante nei processi di produzione? «Esattamente come lo abbiamo fatto come Locker Remedia, continueremo a usare solo ingredienti naturali, anche se non è sempre facile trovarli» spiega Loacker. «Per assicurare la durata dei nostri prodotti, abbiamo comunque bisogno di sostanze conservanti che però devono sempre essere, e a questo stiamo molto attenti, il più naturale possibile». Infatti, per garantire la naturalezza e la qualità degli ingredienti, Schwabe punta su colture proprie in Europa, Asia, Africa e America.

Così come la naturalezza dei prodotti, anche la naturalezza dell’ambiente lavorativo è una priorità per Hannes Loacker: per la costruzione della nuova sede dell’azienda a Egna, inaugurata nel 2012, e per i mobili all’interno della struttura sono stati utilizzati solo materiali naturali e sostenibili; le pietanze offerte dalla mensa aziendale di Schwabe vengono preparati esclusivamente con ingredienti biologici. In più l’intero ambiente di lavoro è di bassissimo livello di radiazioni. Hannes Loacker è convinto: «Per un’azienda la chiave di successo è il capitale umano». Accanto a prodotti che trovano un mercato. E Schwabe Pharma Italia ha entrambe le cose.

Scheda

La storia

1983         A Bolzano Rainer Loacker fonde l’azienda Loacker Remedia (con il nome Rainer Loacker GmbH)

1990         L’azienda si trasferisce a Prato all’Isarco vicino a Bolzano

1991         Il gruppo tedesco Schwabe acquisisce azione di Loacker Remedia

1992         Locker Remedia lancia sul mercato la linea di prodotti «Homeokind®», preparati omeopatici per bambini

2003         Il figlio di Rainer Loacker, Hannes, prende in mano l’azienda

2005         Loacker Remedia introduce sul mercato la sua prima linea di prodotti fitoterapici, tra cui anche due tipi di integratori alimentari

2010         L’inizio della stretta collaborazione con il gruppo Schwabe per lo sviluppo di prodotti fitoterapici

2011         L’azienda viene premiata «Migliore datore di lavoro dell’Alto Adige» (nel 2012 conferma il titolo)

2012         Trasloco da Prato all’Isarco nella nuova «Casa dei lavoratori» a Egna, un moderno edificio CasaClima A realizzato esclusivamente con materiali                          naturali. L’Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti Alto Adige (Ucid-Agus) conferisce a Hannes Loacker il titolo «Imprenditore dell’anno»

2013         Locker Remedia raggiunge il quinto posto nella classifica «Great Place to Work – Best Workplaces Italia»

2016         Loacker Remedia viene acquisito dal gruppo partner Schwabe

2017         Loacker Remedia viene ribattezzata «Schwabe Pharma Italia

I numeri (ad agosto 2017) 

•   Collaboratori: 103 equivalenti a tempo pieno (FTE)  

•   Percentuale di donne: 55%·      

•   Percentuale di laureati: 44%

•   L’età media: 39,3 anni

•   L’anzianità di servizio media: 9,3 anni

•   Percentuale di assenze: 3% (al 31 dicembre 2016)

•   Tasso di licenziamento: 6,9% (al  31 dicembre 2016)

Aggiornamento del personale: 1.200 di euro all’anno per FTE (al 31 dicembre 2016)